Archivi per la categoria ‘senza categoria’

Vecchie piste di Caspoggio da percorrere con occhi nuovi

lunedì, 18 febbraio 2019

In poco tempo la natura si riappropria degli spazi lasciati liberi dall’uomo. Giovani larici popolano le piste abbandonate. La risalita con le pelli di foca svela dettagli curiosi e scorci mai osservati.

Riempire il tempo al Torrione Porro

giovedì, 5 luglio 2018

Ripieghiamo al Torrione sfruttando la schiarita dopo la pioggia, non è un modo di ammazzare il tempo, ma lo riempiamo percorrendo spazi diversi, dal fondovalle, alle pareti, sino ad incontrare il più longevo abitante della montagna: il larice millenario della Valmalenco.

 

 

Caval de brunz

mercoledì, 4 luglio 2018

Poco prima della vetta del Disgrazia si incontra un breve risalto roccioso di solido serpentino, meglio noto come “’l caval de brunz”.

Forse il nome deriva dall’istintivo richiamo di mettersi a cavalcioni dell’aereo spigolo, soprattutto per chi soffre di qualche problema di vertigine.

In realtà il passaggio è breve e ben appigliato e metterci le mani sopra significa essere ormai prossimi alla cima!

Montagna e insicurezza

lunedì, 6 marzo 2017

“Pillole” estratte da vari post pubblicati  su stilealpino a partire dal 2009.

 

Brezza vivace sul Bernina

lunedì, 18 luglio 2016

Le rocce che bordano il canale di Cresta Vento Guzza sono incrostate di ghiaccio, la brezza vivace da nord da un sapore quasi invernale alla salita. Nubi sfilacciate dal vento si rincorrono e si disperdono oltre il Bellavista, sopra il deserto bianco del plateau di Fellaria.

Arrampicare al “Toro Seduto” in Val Poschiavina 2200m

giovedì, 16 luglio 2015

Se la percezione dei luoghi va oltre l’azzurro del cielo e il la frescura d’alta quota ecco che i pascoli e le sassaie a oltre 2000m si trasformano in luoghi indimenticabili. Il nome fantasioso della struttura “Toro Seduto” richiama la varietà di forme del serpentino forgiato nei millenni dal lento lavorio di ghiacciai scomparsi. La roccia è perfetta, così come l’esposizione a Nord ovest della parete, ideale per questi giorni roventi.

Turismo e natura, Bormio 14 maggio 2015

sabato, 11 aprile 2015

Sarà occasione per testimoniare il valore di semplici massi di granito disseminati tra i prati, rammentare gli albori del turismo alpino nato dall’esplorazione delle Terre alte e il sempre più attuale bisogno di una montagna autentica, lussuosa nella sua semplicità, che attiva stupore, emozioni e ricordo.

Tavola rotonda Bormio Terme 14 maggio 2015 ore 20.30 ingresso libero

CS Gli opinion leader del turismo valtellinese senza filtri

mellobloccopic (853x1280)

Colma d’Arcoglio 2328m

martedì, 9 dicembre 2014

Valichi e vette minori si trasformano in luoghi speciali cogliendo le giuste condizioni. Ecco come una semplice passeggiata estiva diventa un’escursione singolare, con partenza dagli alpeggi della bassa Valmalenco privi di neve e ancora bagnati dalle piogge, sino a raggiunger le più alte creste che sovrastano la Valtellina eccezionalmente innevate dopo il lungo monsone autunnale..Mic

 

Cormor

domenica, 22 giugno 2014

Cormor

Non e’ per chi cerca adrenalina facile nella finzione dei parchi avventura..
Non è per chi non ama l’acqua e chi non sa adattarsi a situazioni inconsuete.
Discesa perfetta per chi mostra desiderio di scoperta e capacità di relazionarsi con l’ambiente, perdendo la cognizione del tempo lungo il suo tratto sotterraneo. Mic

p.s. quest’anno la portata d’acqua all’interno  è notevolmente aumentata (circa 100 l/s) rendendo  il percorso complessivamente più impegnativo del solito

Val Giumellino

sabato, 25 gennaio 2014

Pressoché sconosciuta ai più, la Val Giumellino è una meta speciale per scialpinisti. Si parte direttamente da Chiesa, ritrovandosi immersi, dopo poche centinaia di metri, tra mughi, larici e imponenti “gande” glaciali millenarie ora semisepolte sotto metri di neve. Oltrepassata l’alpe e il soprastante evidente circo morenico, la valle si fa aperta e silenziosa, sovrastata dal Pizzo Cassandra e dalle sue pareti di ottimo serpentino rossastro. Mic