Inseguendo le ombre al Ciatzun del Güs in Val di Togno

Tenere la mente libera da disposizoni precostituite è il miglior modo per esplorare pareti fuori mano e salite dimenticate.

Placche di solido gneiss si alternano a sporgenze pianeggianti popolate da arbusti sempreverdi profumati (ginepro fenicio?)

Così, al riparo dal vento, saliamo alcune lunghezze della grande parete all’imbocco della Val di Togno, inseguendo le nostre ombre allungate sulle rocce.

Lascia un Commento